Anno nuovo, vita nuova!

L'arrivo dell'anno nuovo - e dei primi freddi - spesso coincide con una stagione di ripensamenti e di bilanci, di propositi e di speranze per un futuro migliore. Serve una nuova partenza: "Anno nuovo, vita nuova", appunto. E come affrontare l'anno che verrà? Una buona idea è quella di fare dei cambiamenti in casa nostra, che - salvo rare eccezioni - è il luogo dove ognuno di noi passa la maggior parte del proprio tempo. Iniziando dalle finestre, ad esempio: siamo infatti stufi di spifferi e di bollette da capogiro…

Ma come scegliere i nostri nuovi serramenti?

In altre parole, che aspettative abbiamo? Per prima cosa, lo abbiamo già detto, vogliamo risparmiare denaro (e recuperare presto i soldi spesi). Devono quindi, i nostri nuovi infissi, consentirci una notevole riduzione del fabbisogno energetico, ovvero diminuire la dispersione di calore dalla nostra casa verso l'esterno, per arrivare a tagliare considerevolmente la bolletta del gas. Questo, grazie all'uso di vetrate isolanti con trattamento basso emissivo, canalina Warm Edge e gas argon all’interno della camera.

Ovviamente, devono durare nel tempo ed avere una manutenzione semplice. Requisiti ottimamente soddisfatti da serramenti in pvc e infissi in alluminio, ma anche da finestre in legno-alluminio che permettono di unire il calore del legno all’interno e la durevolezza dell’alluminio all’esterno. Ed essere riciclabili: l'attenzione all'ambiente deve diventare uno dei nostri punti fermi.

Per essere davvero funzionali, le nuove finestre devono anche garantire un ottimo isolamento acustico, così importante se viviamo in una zona rumorosa e caratterizzata da un alto traffico: disturbi del sonno, mancanza di concentrazione e rilassamento deficitario sono alcune delle ripercussioni negative sul nostro corpo. Un'adeguata struttura dei profili utilizzati, una buona consistenza e memoria elastica delle guarnizioni e soprattutto l’impiego di una vasta gamma di vetrate isolanti, sino a vetri stratificati con pellicole pvb acustiche, possono senz'altro esaudire i nostri desideri.

La sicurezza parte dai serramenti

La sicurezza è poi fondamentale, e per quanto concerne gli infissi è un argomento che va affrontato sotto due differenti punti di vista: sicurezza statica e rischio di effrazioni. Dal punto di vista statico delle finestre in pvc, la chiave sta nel sistema di rinforzi in acciaio inseriti all’interno dei nostri profili che conferisce stabilità e solidità alle nostre finestre. Abbattere il rischio di effrazioni è sempre più necessario, non lo diciamo noi, lo dicono i giornali. Possiamo optare per un vetro antisfondamento, per ferramenta speciale di sicurezza e per una maniglia con chiave.

Le finestre sono di design!

Le nostre nuove finestre devono essere anche belle: chi ha detto, infatti, che dobbiamo rinunciare all'estetica? Le finestre in pvc hanno oggi raggiunto una perfezione ormai assoluta, riuscendo ad imitare la bellezza e l'eleganza del legno naturale a tal punto che è quasi impossibile riuscire a distinguerli. Rispetto al recente passato, inoltre, assai più vario e contemporaneo è il campionario dei colori e delle finiture dei serramenti, tra le quali oltre ai grandi classici (noce, golden oak, douglas) potremo scegliere le texture di maggiore tendenza (sheffield oak e sheffield oak grey), o ancora le tinte nella scala dei grigi e delle creme e dei marroni.

L’ampissima gamma di finiture in alluminio è a disposizione anche per gli esterni dei serramenti in legno alluminio. Per il legno interno invece, scegliendo tra essenza pino e frassino, possiamo muoverci in una gamma di finiture davvero accattivanti: dal crema al nocciola, dal tortora al gray passando per infinite sfumature.

Last but not least, la luce.

Sì, perché vogliamo avere la maggiore quantità possibile di luce in casa nostra. Ora è possibile, perché i nuovi profili sono sempre più sottili e aumentano la superficie trasparente (il vetro) a discapito di quella opaca. Avere ampie superfici vetrate deve essere la prerogativa a maggior ragione se il nostro appartamento è affacciato su un suggestivo paesaggio collinare o su un bel panorama urbano, ad esempio su un viale alberato - che in autunno si colora di rosso e di giallo - o su un palazzo storico.

(Per raggiungere la leggerezza necessaria è opportuno fare una riflessione sulla reale necessità di inserire un vetro triplo: esso, oltre a comportare un costo aggiuntivo rispetto a un vetro doppio che - in caso di vetro basso emissivo - già può raggiungere ottimi valori di trasmittanza, assolutamente in linea con gli standard previsti dall'attuale normativa, con il suo peso fa lavorare maggiormente la ferramenta ed è meno trasparente e luminoso).