Quali sono i serramenti migliori?

E’ arrivato il momento di decidere che serramenti installare in casa nostra e cominciamo il giro degli show room, diamo una sbirciatina a internet, seguiamo qualche forum per la casa. E finiamo col perdere le poche certezze che avevamo, sopraffatti da sigle incomprensibili, da spam di offerte mirabolanti, da mille gadget di cui nemmeno sospettavamo l’esistenza.

Di solito, a questo punto, compaiono le tabelle di raffronto, e si passano le serate su internet (come voi, adesso), per cercare di capirci qualcosa. Però qui siete fortunati: Fossati produce e distribuisce serramenti in tutti i materiali correnti (serramenti in PVC, serramenti in alluminio e serramenti in legno-alluminio) in tutte le alternative possibili: quindi, continuando a leggere, non troverete consigli ‘di parte’ e nemmeno ‘guerre di religione’ contro questo o quell’altro materiale.

La scelta libera degli infissi

Perché la prima cosa da sapere è che oggi le prestazioni dei vari sistemi di serramento sono largamente sovrapponibili e quindi la scelta che andrete a operare è assolutamente libera. Quale che sia il materiale, l’acqua non entrerà, non ci saranno spifferi, i rumori verranno abbattuti: ve lo giura il produttore. Infatti, la seconda cosa da sapere è che state acquistando un prodotto tecnico da costruzione, che, come tale, DEVE essere accompagnato da una dichiarazione chiara e standardizzata secondo le regole CE.

Regolamento CE che pone in primo piano proprio il consumatore finale, per dargli la possibilità di scegliere in modo consapevole il prodotto che gli serve, per assicurargli che il prodotto che installa in casa sua è sicuro, per renderlo informato su come manutenere il serramento affinchè il suo investimento duri il più a lungo possibile. Tutto questo è garantito dalla presenza di un marchio, di un bollino che il produttore appone, sul serramento o sulla documentazione, solo dopo aver svolto una serie di test, dopo aver raggiunto certi standard di qualità e dopo aver dichiarato solennemente cosa vi sta vendendo. Quindi, se le informazioni che vi vengono fornite non sono chiare, non sono dimostrate da una marcatura CE, sono riferite ‘a mezza voce’, potete passare oltre: volete comprare qualcosa da qualcuno che nemmeno sa cosa sta vendendo?

La posa

La terza cosa che dovete subito sapere è che, come l’automobile tocca terra con le ruote, il serramento si integra nella parete con un giunto di montaggio: e che, cosi come non comprereste mai una autovettura con le gomme sgonfie, fareste bene a non comprare un serramento che vi viene offerto senza un preciso schema di posa in opera.

"La posa la vediamo dopo, quando facciamo il sopralluogo" è la frase tipica di chi vi vuol vendere il serramento … e poi si vedrà. Non funziona così: un preventivo serio non può che seguire una valutazione specifica del contesto in cui il serramento verrà inserito. Quindi, consiglio spassionato, prima si fanno due chiacchiere in show room, poi si fa un sopralluogo a casa vostra. Solo durante il sopralluogo emergerà quello che per voi è importante, quali sono le vostre aspettative, se ci sono vincoli condominiali, dove verrà installato il serramento, quanto sarà efficace la protezione contro il rumore, cosa si può fare con gli avvolgibili ecc. : tutte quelle cose che servono a trasformare un ‘prodotto’, in un ‘servizio’, cioè a garantire che ‘una spesa’ sia davvero ‘un investimento’.

L’alternativa è sparacchiare richieste on line a destra e a manca (se avete ‘googlato’ la parola ‘serramenti’ anche solo per errore, di tali offerte ne riceverete decine), salvo poi non riuscire a capire se davvero quello che vi hanno offerto collima con quello che vorreste avere. Da ultimo, la più banale delle considerazioni: i serramenti stanno fuori, sul perimetro dell’abitazione. Al centro dell’abitazione ci state voi.

Le finestre, come piacciono a noi!

I serramenti devono piacere a voi, devono incontrare il vostro gusto, accordarsi col vostro arredamento, riflettere il vostro stile di vita: alle prestazioni tecniche e alle garanzie di legge ci pensa il produttore.

Buona scelta!