Questo serramento è sostenibile?

Se non pesa troppo sì, lo sostengo! :)

Al di là dello scherzoso equivoco del titolo, il tema della sostenibilità ambientale di tutte le nostre azioni, merita sicuramente maggior attenzione rispetto a quanta non ne abbiamo prestato sinora
Infatti, al di là del ‘peso’ espresso in kilogrammi, ogni oggetto ha anche un ‘peso’ ecologico, magari più difficile da definire e da apprezzare, ma che ha una stretta incidenza sul Pianeta, che sta mostrando di non gradire troppo tutti questi nuovi ‘pesi’ che noi uomini gli stiamo caricando addosso.


Il ‘peso ecologico’ di un prodotto:

Si può suddividere in tre momenti distinti:
-    quanto costa produrlo
-    quanto costa usarlo
-    quanto costa smaltirlo / riciclarlo


La cosa più interessante del prodotto ‘serramento’ è che la fase di utilizzo, la vita utile, può avere una componente negativa, di risparmio, laddove, al contrario, per quasi tutte le altre categorie di oggetti, la vita utile prevede sempre e solo un costo.
Pensiamo a un’ automobile nuova: è praticamente impossibile che il suo utilizzo possa far risparmiare tutta l’energia che è servita a produrla! Un’ auto nuova è un costo in tutte le fasi.


Per il serramento non è cosi!

Se andiamo a sostituire un vecchio serramento poco performante con uno nuovo di adeguate caratteristiche, è pensabile di avere un risparmio totale nella vita del prodotto superiore al costo energetico di produzione.
In questo senso, sostituire i serramenti porta un reale vantaggio diretto per l’ambiente.


Convenienza ecologica primaria.

Non sfugga che questo approccio è molto rigido, e sono davvero pochi i prodotti o i settori produttivi che riescono a superare questa soglia che potremmo dire ‘di convenienza ecologica primaria’; nella maggior parte dei casi ci si deve accontentare di un ‘risparmio nell’uso’, ma senza arrivare a coprire i costi energetici di produzione.
Quindi, se parliamo di serramenti destinati alla sostituzione di infissi esistenti, magari con vetro singolo, con mille spifferi, possiamo rispondere positivamente alla domanda iniziale:
-    Il suo serramento è sostenibile?
-    SI, lo è; farà risparmiare nella sua vita più di quanto sarà costato produrlo e smaltirlo.

PS: ovviamente Fossati crede fortemente nella necessità di immettere sul mercato solo prodotti sostenibili; non a caso, come vedremo, mette in atto le migliori pratiche per ridurre al minimo i costi ecologici di produzione, massimizzare i risparmi nella vita utile e garantire una corretta gestione del fine vita.

E Tu? Sei attento all'ambiente? Pensi ad un futuro ecosostenibile?


                                                                                                                                                                                Ing. Giovanni Tisi


Articoli Correlati